Come visitare Londra in tre giorni: ecco l’itinerario consigliato

Avete sempre sognato di visitare la bellissima Londra ma non potete prendervi più di 3 giorni di ferie dal lavoro? Niente paura, ci pensiamo noi. In queste nostre righe di oggi vi consigliamo l’itinerario perfetto.

Come arrivare a Londra?

Londra è una città davvero ben collegata con tutto il resto del mondo ed è anche facilmente raggiungibile sia in aereo che in treno anche se naturalmente la maggior parte dei viaggiatori internazionali arriva in aereo dato che Londra ha sei aeroporti principali.

Come spostarsi a Londra?

Londra è una città da esplorare sia a piedi che con i mezzi pubblici al fine di poterne godere appieno. I taxi ovviamente sono un’altra valida opzione seppur più costosa e se viaggiate con dei bagagli o sono degli previsti spostamenti oltre l’orario della metro, vi consigliamo allora di utilizzare la versione più economica del Taxi.

La maggior parte dell’itinerario che vi proponiamo oggi si svolge a piedi oppure tramite la Metro. Vi suggeriamo quindi di procurarvi una classica cartina della città insieme ad una mappa della metropolitana e si possono trovare in maniera gratuita presso gli Hotel o gli uffici informazioni ma anche all’interno delle guide turistiche.

Breve itinerario a Londra di 3 giorni: che cosa vedere?

  • Giorno 1 a Londra: Westminster
    La City of Westminster è una vera e propria città dentro della città di Londra. Qui si troveranno alcuni degli edifici più iconici di Londra, tra cui il magnifico Buckingham Palace, il Palazzo di Westminster e perfino l’Abbazia di Westminster.

    Questa destinazione è davvero molto facile da raggiungere con i mezzi pubblici ed è anche una buona sosta per tutti i turisti. Intorno alla piazza si trovano delle statue di numerose personaggi famosi, tra cui Winston Churchill, Abramo Lincoln e Gandhi. Questo Palazzo è noto anche come Houses of Parliament ed è con molta probabilità il più conosciuto grazie al famoso Big Ben, che si trova all’interno dell’iconico campanile.

 

  • Giorno 2: St James Park
    Vi consigliamo di fare una bella passeggiata attraverso St James’ Park in direzione di Buckingham Palace; questo parco di 50 ettari è uno degli 8 parchi reali di Londra ed è noto per via dei suoi famosi pellicani, che ne hanno fatto ormai, la loro casa. All’interno del parco si trova una particolare caffetteria per cui se doveste avere bisogno di un tè, di un caffè o di un pranzo leggero, potete stare tranquilli.

    Nei pressi del parco si trova il The Guards Museum (un museo a pagamento) che racconta la storia dei reggimenti di tutte le guardie dell’esercito britannico. In questo momento è però chiuso al pubblico. Un’altra attrazione del parco è St.James Palace, un palazzo del XVI secolo che all’epoca era la residenza principale del Re e che oggi è utilizzato come alloggio per i membri della famiglia reale britannica per cui non èaperto ai visitatori.

 

  • Piccadilly Circus
    A differenza del suo nome,  non si tratta di un vero e proprio circo, ma piuttosto di un famoso incrocio tra più strade ed è conosciuto per le sue insegne al neon e per la pubblicità. Al suo interno si trova anche la famosissima Shaftesbury Memorial Fountain da cui, con una breve passeggiata si possono raggiungere altri teatri del West End di Londra o magar fare un salto nella zona dello shopping di Londra.

 

  • Giorno 3: Trafalgar Square
    Si tratta di una delle piazze più famose della città, sede della colonna di Nelson e delle statue dei leoni di pietra. Tale piazza ospita molte esibizioni di artisti di strada e di bella arte contemporanea.

    Qui si trovano anche due dei principali musei di arte come la National Gallery e la National Portrait Gallery. L’ingresso in questo caso è gratuito, ma si deve per forza prenotare il biglietto d’ingresso sul sito ufficiale online.

 

  • Kensington Palace

    Questo è un grandissimo palazzo del XVII secolo che venne usato come residenza reale dal re William II e poi dalla regina Mary II. Esso continuò successivamente ad essere utilizzato come residenza anche da un altro monarca britannico durante il Regno del re George II.

    Ma una delle persone più famose associate a questo Palazzo è senza ombra di dubbio la regina Vittoria e non a caso al di fuori del palazzo è situata una grande statua in marmo della Regina, progettato proprio dalla sua stessa figlia principessa Louise, che la ritrae giovane e nelle sue vesti di incoronazione.

A questo punto, adesso, vi consigliamo di camminare giù per Whitehall, ovvero per la strada che da Trafalgar Square porta verso la Piazza del Parlamento. Questa via prende il nome dal grandissimo Palazzo di Whitehall, che è di epoca medievale e che si trovava in zona finché non venne poi completamente distrutto da un incendio nell’anno 1698.

Questo è stato il più grande palazzo di tutto il mondo, al suo tempo, con ben oltre 1.500 stanze. Oltre a questo, una piccola sezione ben conservata e tenuta del complesso del Palazzo di Whitehall, la Banqueting House (anche questo a pagamento), è purtroppo chiusa al pubblico almeno fino al mese di marzo prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy