Capelli bianchi: ecco cosa mangiare per risolvere subito, incredibile

I segni dell’età hanno da sempre contraddistinto il comportamento umano, in tutte le culture possibili e dalle antiche civiltà fino ai giorni nostri, costituendo un “cruccio” ma anche un vero e proprio segno di esperienza. I capelli bianchi, sia per uomini che donne costituiscono proprio questo, ed anche se oggi il concetto estetico è in sensibile variazione, quasi tutti non accettano di buon grado questo tipico segno dell’età, che può in realtà palesarsi anche da età “fresche”. Diverse ricerche hanno evidenziato anche altri elementi oltre a quelli genetici che possono portare la comparsa frequente di capelli bianchi, ad esempio scegliere cosa mangiare per ritardare e quindi rallentare il tradizionale “sbiancamento” della propria chioma può essere interessante.

I capelli bianchi sono infatti legati a diversi fattori, anche di tipo emotivo, ma quali sono gli alimenti consigliati per contrastare questo particolare effetto?

I ricercatori di tutto il mondo da sempre sono portati ad adottare soluzioni molto diversificate per rallentare questo processo, in alcuni casi lo stile di vita può avere un grande impatto.

Capelli bianchi: ecco cosa mangiare per risolvere subito, incredibile

capelli bianchi cosa mangiare

In tutti i casi, ciò che causa la comparsa dei primi capelli bianchi (l’età media dei primi a comparire è intorno ai trentacinque anni) è l’assenza o la minore presenza dei melanociti, le cellule che producono la melatonina, che si occupa dal punto di vista biologico, di tenere il colore sui capelli.

Le cause sono molte, studiate e “confermate” nel funzionamento da anni di ricerca, che portano nella maggior parte dei casi a dover sottostare ad un processo che non è uguale per tutti per tempistiche e diffusione ma che coinvolge oltre il 90 % della popolazione mondiale, prima o poi.

La dieta influisce in modo non decisivo, ma comunque rilevante sulla comparsa dei capelli bianchi che è un processo a dir poco inevitabile.

Ad esempio alcuni alimenti come le verdure, in particolare quelle a foglia larga che contengono ottime quantità di acido folico, che è uno dei normalizzatori proprio di elementi come la produzione e la sostituzione dei melanociti, i già menzionati agenti che si occupano di questo processo. Inoltre va anche segnalata la buona forma di effetti che possono scaturire dall’alimentazione di noci ed in generale la frutta secca (come anche le mandorle) che contengono biotina che permette la naturale produzione di cheratina, contrasta l’invecchiamento precoce del capello.

Molto utili anche i legumi, senza particolar distinzioni, che hanno effetti antoissidanti e che contengono vitamina B5, che si “occupa” della buona salute dei capelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy