Il cioccolato scade? Ecco la verità che sorprende tutti

Quante volte vi sarà capitato di chiedervi se il cioccolato scade? Beh, è vero, spesso quando acquistiamo una buona tavoletta di cioccolato molto difficilmente dura così tanto tempo da poterci porre tale domanda. Però una barretta può magari finire, per puro caso, in fondo alla dispensa e quando la si ritrova non sempre si è sicuri da quanto tempo sia lì. Ed è proprio in quel momento che vi chiedete: ma il cioccolato può andare a male?

È bene chiarire comunque che il cioccolato è considerato un alimento non deperibile, cosa che vuol dire che non scade e soprattutto che non va a male. Tuttavia, il cioccolato molto vecchio, nonostante sia magari ancora sicuro da mangiare, manterrà molto poco il suo sapore originale. Infatti, esattamente per quel che riguarda tutti gli altri prodotti, anche la qualità del cioccolato è destinata a diminuire nel tempo e la “durata” è determinata dal modo di conservazione, dalla temperatura, dallo stato della confezione ed anche anche dalla tipologia del cioccolato.

In generale possiamo comunque dire che più il cioccolato è vecchio e allora più perde il suo sapore. A questo punto, allora, ci viene in mente un’altra domanda: qual è il modo giusto per conservare il cioccolato? Ecco, in questo articolo, alcuni suggerimenti: la prima cosa da fare è tenere il cioccolato in un posto asciutto e fresco con una temperatura ideale di circa 12/15 gradi; il burro di cacao assorbe tutti gli odori per cui non conservate il cioccolato vicino accanto cibi che hanno odori troppo forte. Oltre a questo, se fa troppo caldo e volete metterlo in frigorifero conservatelo per bene all’interno di in un contenitore ermetico.

Scadenza del cioccolato: scopriamo di più

Vi siete mai chiesti, invece, che cos’è la patina bianca che si trova sul cioccolato? Se vi è capitato di notare una patina bianca sopra la vostra tavoletta di cioccolato sappiate che si tratta di “fioritura grassa”. Questo non vuol dire che il cioccolato non può essere mangiato ma di certo il suo sapore non sarà ottimale e potrà essere utilizzato soprattutto nella preparazione di svariate ricette.

Le tracce di fioritura grassa si eliminano in modo del tutto facile e veloce: basta sciogliere il cioccolato in uno stampo e lasciarlo raffreddare piano piano. Infine, per capire se il nostro cioccolato è andato a male non esiste un metodo collaudato ma in linea generale, se esso possiede ancora un buon profumo e un buon sapore, allora significa che è ancora buono.

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy