Indovinello: vado avanti e indietro ma sono sempre nello stesso posto, chi sono?

I vari enigmi mentali e concettuali riescono a non passare mai veramente di moda e come evidenziato da una nuova tendenza, oramai consolidata come quella dei social media, che ha permesso una forma di ritorno di fiamma degli indovinelli, anche quelli immediati e composti da una singola frase. Spesso incentrati in contesti ludici, gli indovinelli sono di fatto dei quiz veri e propri rivolti ad un pubblico spesso giovane o comunque strettamente legato all’ambito della curiosità come l’indovinello di oggi.

Costituito da una sola frase, l’indovinello nella sua forma tradizionale può essere strettamente concepito per essere risolto attraverso un ragionamento.

La forma odierna è semplice nella costituzione ma risulta essere costituita da una forma di ossimoro. Cosa è che va avanti e indietro ma resta sempre nello stesso posto?

Indovinello: vado avanti e indietro ma sono sempre nello stesso posto, chi sono?

indovinello

Per risolvere un indovinello bisogna concepire in primo luogo di cosa si sta parlando, e l’argomento risulta essere spesso il primo “scoglio” da superare. Un buon indovinello ha una forma semplice nella sua costituzione e portata ad essere effettivamente comprensibile ai più. Alcune forme fanno ricorso ad un paradosso vero e proprio e sono fortemente incentrati a mandare in confusione almeno una parte dei lettori e degli ascoltatori.

La forma attuale è come anticipato, quella del paradosso: un qualcosa che sembra muoversi ma resta sempre lì può essere diverse cose ma può anche costituire un concetto, un’idea o qualcosa di immateriale, quindi basilarmente potrebbe fare riferimento a tutto.

Un indizio però stavolta è giusto darlo: si tratta di un oggetto effettivo che senza reali giri di parole, realmente si muove ma è sempre nello stesso posto. Di cosa si tratta?

 

Il pendolo. Oggetto magari non così presente negli orologi moderni, è ancora utilizzato come sistema meccanico che ha la tendenza ad andare a destra e sinistra seguendo una forma di ritmo cadenzato. Questo movimento è ovviamente legato al funzionamento meccanico degli orologi tradizionali che ancora oggi mantengono un fascino indiscusso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy