Indovinello del giorno: la puoi tenere pur dandola a qualcun altro, cos’è?

La lingua italiana si dimostra una eccellente “base creativa” per concepire un enorme numero di indovinelli, praticamente da sempre, fin dal concetto di Italiano volgare. L’indovinello del giorno risulta essere una rubrica spesso replicata in varie sezioni anche sulla carta stampata, sulle riviste di quiz e giornali di sorta che corrispondono ad una vera e propria abitudine per tantissimi. L’indovinello del giorno è di tipo logico ma anche interpretativo ed appare come strutturalmente semplice da capire.

Il concetto è però, prevedibilmente, qual è la risposta giusta, il che può richiedere più tempo del solito.

Cos’è quella cosa che puoi tenere pur dandola a qualcun altro? La risposta è probabilmente meno banale di quanto si può pensare.

Indovinello del giorno: la puoi tenere pur dandola a qualcun altro, cos’è?

Indovinello del giorno: la puoi tenere pur dandola a qualcun altro, cos'è?

L’indovinello può essere concepito in varie forme, da quelle che presentano una struttura complessa e fanno ricorso a modi di dire, fino a quelli strutturati per essere comprensivi ma che fanno ricorso ad altri meccanismi.

Come anticipato, la complessità della lingua italiana, piena di modi di dire, e sensi multipli di una singola parola, si adatta bene allo sviluppo di enigmi di questo tipo, come risulta evidente a qualsiasi appassionato di indovinello, che si tratti di un neofita oppure di un esperto.

E’ sicuramente comprovato che anche la mente può esser fortemente incentivata e quindi gradualmente migliorata dall’azione di ragionamento che può “provenire” anche da un indovinello semplice strutturalmente, come questo che mette in campo due concetti contrapposti in apparenza, ossia il “dare” qualcosa pur riuscendo al tempo stesso a “mantenerla”. Di cosa si può trattare?

La risposta è senz’altro da ricercare nei modi di dire, quindi chi ne ha una buona conoscenza probabilmente avrà già capito. La risposta è…

 

 

 

 

…La parola. Nei modi di dire tradizionale infatti “dare la propria parola” indica una forma di impegno morale, come una promessa, condizione che però non “rimuove” la parola, intesa non come concetto astratto ma effettivamente parlando, dall’interlocutore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy