Indovinello del giorno: sai trovare la risposta giusta?

Gli enigmi appassionano tutti, o quasi, fin dalla notte dei tempi e fanno probabilmente parte della storia umana da prima dell’invenzione della scrittura, condizione che porta la maggior parte di noi doversi quasi interfacciare in modo effettivo con situazioni giornaliere dettate dalla routine ed un indovinello anche molto semplice, soprattutto nei giorni di festa, o conosciuti come tali, può assolutamente essere la risposta giusta per “riavviare” il cervello e portarlo ad una nuova assoluta affermazione. L’indovinello del giorno è costituito dalla seguente frase.

Esiste una sola Via che nessuno ha ancora attraversato. Qual è?

Una forma di indovinello concepita effettivamente nella sua struttura basilare, ossia corrispondente ad un’unica frase. Sai trovare la risposta?

Indovinello del giorno: sai trovare la risposta giusta?

L’indovinello è nato nella forma scritta in pratica quando gli idiomi hanno iniziato a differenziarsi abbastanza da consentirne lo sviluppo: è un vero e proprio enigma che viene strutturato in modo corretto e gestito come tale da chi lo legge o lo ascolta.

Un buon indovinello deve essere sufficientemente esauriente come viene concepito ma anche chiaro nella sua affermazione. Ed è sicuramente vero che quelli più immediati possono apparire più semplici da capire ma non per forza da ” risolvere “. In questo caso la risposta non è così difficile ma c’è bisogno di un po’ di “sforzo” da parte del lettore medio per capire di quale Via si sta trattando. Sei riuscito a trovare la risposta giusta? Questa è presente poco più in basso.

E’ la Via Lattea, è la galassia a cui appartiene il nostro Sistema solare, considerata per l’appunto Via fin dalle antiche etimologie: il termine è infatti derivativo dalla mitologia greca che porta il mito ad essere legato a quello di Eracle (Ercole secondo i romani), che da bambino fu posto da Zeus sul seno della moglie Era. La divinità però si accorse di stare allattando un bambino non proprio e lo respinse, provocando quindi la “colorazione” biancastra che già i greci conoscevano, legandola al “latte” della divintià.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy