Indovinello difficile: nasco di colore bianco e cesso di vivere nel fango, chi sono?

Il mondo degli indovinelli identifica un apparato di trovate ed enigmi estremamente diversificato che da millenni addirittura, seppur sotto varie forme, a partire da quella puramente orale e poi in forma scritta serve per intrattenere ma anche banalmente per risultare ludicamente interessante abbastanza da sviluppare una forma di sfida. Siamo portati basilarmente a considerare un indovinello come una forma di piccolo rompicapo, come quello odierno che può essere considerato facile o difficile.

Il quesito è ovviamente quello menzionato poc’anzi nella forma effettiva del titolo: cos’è che nasce bianchissima ma che smette di vivere nel fango?

La risposta è teoricamente alla portata di tutti, ma come per ogni indovinello l’importante è “arrivarci”, ovviamente, la difficoltà quindi è mediamente variabile.

Indovinello difficile: nasco di colore bianco e cesso di vivere nel fango, chi sono?

Il concetto di enigma da sempre “rapisce” in senso positivo ed intriga la specie umana che dal punto di vista mentale ha bisogno di stimoli ecco perchè anche nel relativo compendio “ristretto” degli indovinelli anche questo risulta essere assolutamente interessante soprattutto in maniera soggettiva.

La struttura di condizione di quello odierno mette in evidenza una forma di cambiamento, tra qualcosa che si sviluppa in un contesto, e poi termina in uno apparentemente opposto, ma resta ovviamente sul vago nella definizione iniziale così da portare l’ascoltatore o il lettore di turno. Qual è la risposta giusta a questo apparentemente complesso quesito? L’importante come sempre è soprattutto provarci ed applicare una condizione di stimolo alla mente, evitando di arrendersi subito concettualmente parlando, perchè lo scopo dell’indovinello come per una sorta di “viaggio” non è improntato solamente sulla conclusione ma sul “durante”. La risposta qual è?

La neve! Essendo sostanzialmente la costituzione di acqua al di sotto di una certa temperatura, per struttura fisica tende ad essere ovviamente bianca, facendo riferimento a quella che naturalmente cade sul terreno quando poi si fonde (fisicamente la neve come il ghiaccio non si scioglie ma per l’appunto, fonde) diventa generalmente fango.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy