Come arredare una casa a Londra: ecco tutte le curiosità da conoscere

Per comprendere al meglio come arredare una casa a Londra, è bene considerare prima le dimensioni della propria abitazione, per saperle sfruttare al meglio. No all’accumulo di mobili, no alle esagerazioni: sono questi i primi punti da tenere a mente, ma non gli unici. Un classico stile inglese infatti richiede anche altre valutazioni da mettere in pratica. Tra questi per esempio il discorso sull’illuminazione naturale, ma non solo.

Come arredare una casa a Londra: le considerazioni sulla parte esterna

Al fine di capire come arredare una casa a Londra nel migliore dei modi, il primo passo da compiere è considerare bene dimensioni e aspetto dell’abitazione. Le dimore inglesi sono molto caratteristiche, ma allo stesso tempo sono anche molto differenti tra loro. Nella metropoli infatti ci sono sia villette circondate da giardini, ma anche case “a schiera”, nonché costruzioni di altro tipo, come palazzi.

Qualora la propria casa avesse uno spazio verde intorno, sarebbe opportuno curarlo al meglio. Questo implicherà il fatto di tagliare l’erba regolarmente, estirpare le erbacce, ma anche avere cura dei fiori. Più questi ultimi saranno colorati e sistemati in maniera ordinata, più tutto ciò sarà bello da vedere. Circa l’arredo interno invece vanno indicate altre considerazioni.

L’arredo interno: prima i propri gusti, ma non solo

È ovvio che ogni arredamento si deve basare sui propri gusti, specialmente quando si tratta di arredare la propria casa. Nello stesso tempo però è anche vero che è bene evitare alcuni errori. Uno tra questi è l’accumulo eccessivo. Chi vive a Londra non ama sistemare in una stessa stanza un elevato numero di mobili. Questo, oltre a non far parte della tradizione inglese, è sconsigliato sempre, perché si rischia di far sembrare la stanza più piccola.

In più comporterebbe anche problemi di spazio, di movimento. Piuttosto, se proprio si vuole cercare di riempire i vuoti, si può optare per angoliere, ma anche per tappeti, oppure per elementi eleganti, ma che allo stesso tempo sappiano richiamare uno stile moderno.

Attenzione ai colori

A Londra non sono particolarmente amati gli accostamenti sgargianti all’interno di una casa. Gli ambienti interni infatti presentano solitamente colori freddi, quasi tipicamente invernali, anche se non sono totalmente esclusi quelli caldi.

Una tonalità che si può affiancare a quelle più comuni come blu, rosso, marrone, verde scuro e nero è il bianco, che sa spiccare e donare un tocco più luminoso.

Altri aspetti importanti

Le case a Londra in genere sono arredate tenendo in considerazione un importante aspetto: l’illuminazione dovrebbe essere il più possibile naturale. Per questo, nonostante non siano assenti ampi tendaggi, allo stesso tempo ci sono anche grandi finestroni che lasciano passare molta luce.

In più si tende a prediligere uno stile semplice, sobrio, con decorazioni abbastanza minimaliste. L’esagerazione, sia dal punto di vista dei colori, sia da quello del numero di soprammobili e oggetti decorativi sistemati in giro, va tendenzialmente evitata. L’ideale sarebbe preferire la semplicità, quindi pochi elementi, ma che abbiano gusto e classe e che sappiano contribuire a fornire un senso di modernità all’ambiente. Non si deve poi dimenticare di unire a tutti questi consigli anche quello principale, che consiste nel seguire in primis i propri gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy