Arredare il bagno: suggerimenti utili per un arredo ideale

Arredare il bagno al meglio significa saper gestire bene lo spazio che si ha a disposizione, senza rischiare di renderlo più piccolo sistemando un numero eccessivo di oggetti in giro, ma non solo. Di seguito alcuni consigli utili per un arredo perfetto e allo stesso tempo utile.

Arredare il bagno: un arredo funzionale

Arredare il bagno può non essere semplicissimo, perché non si tratta di un ambiente della casa il cui decoro si basa solo sull’estetica. Un altro aspetto fondamentale, se non il più importante, è quello della funzionalità: ogni elemento decorativo può essere anche utile, funzionale.

Con il termine in questione in genere si fa riferimento al fatto che ogni mobile e oggetto non solo avranno un valore estetico, ma serviranno a qualcosa. Il portasciugamani ad esempio può essere anche un termosifone, in modo da risparmiare spazio. Un lavabo può avere un piano d’appoggio dalla forma elegante e allo stesso tempo vantaggiosa perché “comoda”, e così via.

Attenzione alle dimensioni

Ci si deve muovere comodamente: questa è una regola importantissima che andrebbe seguita sempre, quando si vuole arredare il proprio bagno. Non devono essere presenti ostacoli, pena il rischio di provocare persino pericoli, nonché di stare scomodi. Non sempre poi i bagni sono ambienti estesi, ma qualora lo fossero, sarà inutile riempirli in modo eccessivo di mobili o altri elementi. In questa maniera infatti si rischia solo di ridurre lo spazio.

Ancora peggio se il bagno è già piccolo: in questo caso sarà opportuno cercare di evitare di sistemare al suo interno troppe decorazioni. Piuttosto sarebbe meglio optare per specchi, che in genere aiutano a far sembrare l’ambiente più esteso.

No a troppi colori

No alle esagerazioni, ecco un altro punto che andrebbe seguito in generale, perché valido non soltanto per l’arredo del bagno, ma anche per il resto della casa. In genere molte persone per i bagni preferiscono tonalità che richiamano l’acqua, quindi il blu, l’azzurro, ma anche l’acquamarina. Molti però tendono a scegliere elementi bianchi, neri o anche più colorati. Gli accostamenti tra colori caldi o freddi sono permessi, purché non ce ne siano troppi.

Un solo stile o di più?

Lo stile d’arredo andrebbe scelto in primis in base a quello che più si preferisce, ma meglio non accostare caratteristiche di linee stilistiche molto diverse tra loro. In alcuni casi tale mix può anche andare bene, come nel caso del classico e del moderno, ma un’idea del genere può essere più adatta in un soggiorno. Per il bagno sarebbe meglio seguire o il moderno oppure uno shabby chic, per esempio.

Un errore che sarebbe meglio evitare riguarda l’accumulo di oggetti da sistemare su mensole. Una scelta simile può essere accettata per una qualsiasi altra stanza dell’abitazione. Nei bagni però si rivelerebbe del tutto inutile e persino “scomoda”. Possono andare bene delle piante finte di piccole dimensioni da sistemare su un davanzale di una finestra, se presente, o in un angolino da riempire, se l’ambiente è abbastanza esteso. Riempire però ogni possibile spazio con elementi decorativi non sarebbe vantaggioso. Come si diceva infatti sarebbe perfetto se il proprio bagno avesse un arredo funzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy