Viaggio a Londra: ecco le espressioni linguistiche che devi conoscere assolutamente

Prima di organizzare un viaggio a Londra, sarebbe bene accertarsi di conoscere alcune espressioni di base della lingua inglese. È pur vero che oggi si possono usare svariate applicazioni per tradurre in automatico parole e frasi, ma sapere le basi è sempre utile. Può capitare infatti che la connessione non funzioni o che comunque sia necessario essere preparati per rivolgere rapidamente una domanda e non solo. In alcune occasioni, specialmente se non si conosce bene la città, verrà spontaneo chiedere informazioni per raggiungere un certo luogo. Per questo, ecco di seguito le frasi/domande da sapere, prima di andare a Londra.

Viaggio a Londra: le espressioni linguistiche di base

Per un viaggio a Londra, non solo sarà necessario organizzarsi al meglio per capire quali attrazioni converrà vedere per prime. Piuttosto, sarà opportuno anche munirsi di libri e vocabolari per imparare almeno le espressioni linguistiche basilari.

Tra queste vi sono quelle per presentarsi, per esempio. “What’s your name?” che corrisponde a “Come ti chiami?” e la risposta può iniziare con: “My name is…” cioè “Il mio nome è…” Se queste frasi in genere sono conosciute dalla maggior parte delle persone, anche da coloro che non hanno studiato inglese, non tutti sanno il significato di “Nice to meet you!” che equivale a “Piacere di incontrarti/di conoscerti!” ed è buona norma pronunciare tale frase quando si conosce qualcuno.

Ci sono poi però proposizioni interrogative che possono essere ancora più utili, specialmente quando si è in aeroporto e si deve domandare qualcosa di specifico.

In aeroporto

Se l’aereo dovesse avere un ritardo, si può rivolgere a qualcuno questa domanda: “Do you have any more information on why my flight has been delayed?” la cui traduzione è: “Può darmi informazioni sul motivo per cui il mio volo è stato ritardato/è in ritardo?” Ma possono essere utili anche richieste di questo tipo: “Where is the check-in counter for…?” ovvero “Dove si trova il bancone per il check-in per…?” e ancora: “Do you accept payment in Euros?” cioè “Accettate pagamenti in euro?”

Direzioni

Se si sta cercando un albergo, si può rivolgere a un passante questa domanda: “Excuse me, do you know where The Hotel … is?” che può essere tradotta con: “Mi scusi, sa dove si trova l’hotel…?” Tuttavia può essere molto utile formulare anche espressioni più generali, come la seguente: “Excuse me, could you help me with directions?” che corrisponde a: “Mi scusi, mi potrebbe aiutare con le direzioni?”

E ancora: “Excuse me, what’s the best way to get to the center from here?” se si vuole chiedere quale sia la migliore via/il miglior percorso da seguire per raggiungere il centro, rispetto alla posizione in cui ci si trova.

In un locale

Nel momento in cui si arriva in un locale come ad esempio un ristorante, può essere necessario domandare quali sono le specialità del giorno nel menù. In tal caso la domanda andrà formulata così: “What are the specials for today?”

Se poi si desidera chiedere se è possibile sedersi vicino a una finestra, per esempio, allora sarà il caso di usare queste parole: “Could we possibly sit in the window?” Ovviamente le espressioni linguistiche da poter sapere possono essere numerose, ma queste sono le basi per riuscire a orientarsi al meglio, quando si viaggia nella metropoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cambia impostazioni privacy