Cellulare: come evitare di controllare troppo l’arrivo di notifiche

Per evitare di controllare troppo l’arrivodi notifiche al cellulare, sarebbe meglio distrarsi praticando altre attività del tempo libero, come quelle creative e/o manuali. Ci sono anche altri suggerimenti che è possibile seguire, per non stare sempre con lo smartphone in mano e soprattutto per evitare di diventare troppo attaccati al controllo di avvisi, messaggi o chiamate. È importante infatti staccarsi ogni tanto dal telefono, optando per le proprie passioni, specialmente se stimolano la creatività e se garantiscono il proprio benessere.

Cellulare: evitare di controllare troppo l’arrivo di notifiche, come fare

È possibile abituarsi a evitare di controllare in maniera eccessiva l’arrivo di notifiche al cellulare provando a lasciarlo proprio in modalità silenziosa e lontano da sé per qualche ora. Se questo non è possibile, si può però provare a silenziare semplicemente alcuni avvisi relativi ad applicazioni di messaggistica, lasciando magari la suoneria per le telefonate.

Stesso discorso vale per le notifiche relative ai social: ecco che anche queste possono essere eliminate, o comunque si può disattivare il relativo suono. In questo modo si potrebbe anche tenere il dispositivo vicino, senza che però si viene distratti dall’arrivo dei messaggi. Tuttavia c’è chi, anche quando mette lo smartphone “in silenzioso”, ecco che tende a essere curioso di verificare se è arrivata o meno qualche notifica. Cosa fare in questi casi?

Un’altra soluzione

Può diventare un’abitudine quella di controllare l’arrivo di notifiche, ma diventa qualcosa di eccessivo nel momento in cui il controllo viene svolto troppe volte nell’arco di un’ora o comunque di una giornata. Per evitare questo, può essere utile mettere una sveglia ogni quattro o cinque ore. Quando questa suonerà, allora sarà possibile prendere in mano il cellulare, altrimenti no.

Questo rimedio si può adottare quando ovviamente non si aspettano messaggi di lavoro, per esempio, o risposte importanti. In più sarebbe opportuno programmare le sveglie a orari sempre più distanti tra loro, in modo che sarà possibile abituarsi a non avere la smania di verificare l’arrivo di messaggi, chiamate e altro.

Le distrazioni

Sarebbe perfetto anche dedicarsi ad altro, per distrarsi. Quando infatti si ha molto tempo libero, alcuni tendono a guardare molto lo smartphone, magari vedono i video, i contenuti sui social, messaggiano. Per evitare di prendere in mano troppo spesso questo dispositivo, l’ideale sarebbe puntare a qualche hobby, a qualche propria passione. Meglio se si tratta di attività creative e/o manuali, ma ovviamente è possibile anche optare per una buona lettura, o magari su una passeggiata, sullo sport o qualsiasi altra cosa.

L’abitudine

Il cervello piano piano si abituerà a non controllare più il dispositivo e le notifiche provenienti dalle applicazioni ed ecco che si avrà modo di non avere più quella curiosità inerente agli avvisi. Se ovviamente il problema poi non si dovesse risolvere, è ovvio che sarà possibile anche richiedere l’aiuto di un esperto.

Ci sono infatti persone che sviluppano una vera e propria dipendenza nei confronti dei social o del proprio telefono. Per questo hanno bisogno di rivolgersi a professionisti, per risolvere. In più, per prevenire la problematica relativa al fatto di fissarsi con un eccessivo controllo, sarebbe meglio puntare sui propri interessi personali, prendendo il dispositivo solo ogni tanto.

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy