I colori per arredare la casa: ecco diverse idee originali

Tra i colori per arredare la casa ci sono tantissime sfumature a cui pensare, come quelle neutre, fredde, calde ma anche i contrasti possono dare forma a tante idee originali. Ecco di seguito diversi consigli per dare vita a un arredamento del proprio ambiente domestico molto particolare, ma senza esagerazioni.

I colori per arredare la casa: prima alcuni concetti importanti

I colori per arredare la casa sono davvero tantissimi. Prima di tutto è bene chiarire alcuni concetti importanti, come quello riguardante le proprie scelte personali. Sono queste ultime, infatti, quelle che devono essere tenute in considerazione per prime. La tendenza degli ultimi anni è proprio quella di seguire prima i propri gusti, per quanto riguarda l’arredamento dell’ambiente domestico, poi anche tenendo conto dei consigli degli esperti.

Quando si parla di sfumature presenti in una casa poi si deve anche pensare a un altro discorso importante: le varie tonalità da scegliere non riguardano solo quelle dei mobili, ma anche quelle delle pareti, del pavimento, dei lampadari e di tutti gli elementi decorativi.

Il complesso

È importante non solo pensare a sistemare uno o più elementi colorati nella stanza, ma per un’idea di arredo originale sarebbe meglio valutare se quegli oggetti, magari con quelle determinate tonalità, stessero davvero bene in abbinamento al contesto generale della stanza.

Sarebbe opportuno quindi chiedersi se un nuovo mobile, con i suoi colori, facesse una bella figura se fosse sistemato in una camera che ha quella sfumatura alle pareti, quel colore di mattonelle, e così via. Domandarsi quindi se un certo colore potrà “andare bene” se accostato agli altri presenti in quell’ambiente della casa è senza dubbio una buona linea da seguire.

I contrasti

Per un arredo originale di sicuro possono essere perfetti anche dei colori contrastanti, ma senza incorrere in esagerazioni. Possono essere ideali le pareti colorate, così come i mobili, ma è bene anche chiedersi se poi, magari dopo qualche mese, troppe sfumature vivaci potrebbero o meno dare fastidio agli occhi, nel senso stancare gli osservatori.

Molti, quando devono scegliere di realizzare un contrasto, abbinano spesso il nero e il bianco, ma altri puntano sul primo e lo accostano a tonalità sgargianti. In alternativa invece non manca chi sceglie solo colorazioni di elementi fluo. Proprio con questi ultimi sarebbe il caso di non esagerare, perché se si opta per un numero eccessivo di abbinamenti con questi colori, ecco che poi si rischia di creare effetti non proprio originali, ma più che altro che rischiano di non far risaltare nulla.

La semplicità

Le idee più originali riguardano l’accostamento di colori che magari possono anche essere freddi e caldi o neutri e vivaci, ma che nello stesso tempo riescano a delineare un effetto semplice. Pochi elementi colorati, anche se magari sgargianti o in contrasto tra loro, possono anche andare bene.

L’ideale è evitare risultati che rischiano di annoiare o, come si diceva prima, di non far risaltare nulla. Si dovrebbe invece scegliere un unico colore, magari quello che si preferisce, e optare per qualche elemento decorativo di quella tonalità. In questo modo le varie sfumature saranno più visibili.

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy