Tecnologia: per alcune persone è davvero uno stile di vita?

Per alcune persone la tecnologia è davvero uno stile di vita? È difficile fornire una risposta secca, perché la verità è che dipende e poi è anche opportuno chiarire il significato di quest’espressione, che spesso viene riferita a coloro che lavorano nel settore tecnologico e considerano il loro lavoro anche come una passione.

Tecnologia: per alcuni è proprio uno stile di vita?

La tecnologia per alcuni potrebbe essere un vero e proprio stile di vita? Non è semplice rispondere, perché la risposta non è valida per tutti. Il punto infatti è che dipende, perché ci sono persone che lavorano nel ramo tecnologico e questo, tra l’altro, si suddivide in una marea di settori minori e più specifici. C’è chi si occupa dello sviluppo di programmi e applicazioni, chi invece della scrittura sul web, chi è un influencer e così via.

Si potrebbe affermare quindi che essere spesso connessi per molti è un lavoro, ma non solo. Per tanti si tratta anche di una passione ed è per questo che, specialmente se sia la vita lavorativa sia gli hobby hanno a che fare con i dispositivi tecnologici, ecco che per alcuni si parla di stile di vita “tecnologico”.

Stare connessi

Restare connessi sempre, come si diceva, per molti è un’abitudine, per altri un lavoro, per altri invece un hobby e per altri ancora persino una dipendenza. In quest’ultimo caso è necessario rivolgersi a dei professionisti per cercare di disintossicarsi dai social o comunque da un uso spropositato della tecnologia.

Sarebbe bene cercare, specialmente nel tempo libero, di non trascorrere un numero eccessivo di ore sulle piattaforme presenti in rete o comunque sul proprio smartphone, dato che effettivamente si rischia poi di far diventare il tutto un’abitudine da cui, per alcuni, potrebbe essere più difficile allontanarsi. Oltre a questo va detto che è bene anche pensare proprio a prevenire che si verifichi il rischio di esagerare.

Prevenire

È bene saper distinguere tra lavoro, hobby e dipendenza. Lo stile di vita, anche se dovesse avere a che vedere con un uso elevato della tecnologia, non deve portare a essere dipendenti da quest’ultima, come si diceva. Per questo alcuni esperti consigliano pure di dedicarsi ad altre attività, durante le pause dal lavoro o comunque quando si ha del tempo libero.

Per esempio molti consigliano di puntare sulla creatività, altri invece su qualcosa di manuale, come per esempio la pittura, ma anche il disegno o qualsiasi altra idea. Questo è molto importante per evitare esagerazioni.

Lo stile di vita

Meglio fare un approfondimento: c’è chi per “stile di vita” collegato alla tecnologia intende indicare proprio il fatto di postare spesso sui social dei contenuti che riguardano la propria vita quotidiana, quindi le proprie abitudini, ma anche le proprie esperienze e così via. È il caso di coloro che lavorano come influencer che passano molto tempo sui social e a usare dispositivi tecnologici.

Il fatto di condividere momenti della loro quotidianità in rete diventa per loro, ma anche per chi non lavora come influencer, una sorta di abitudine e per questo alcuni usano l’espressione “stile di vita” in questi casi.

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy