Affittare una stanza in Inghilterra – La nostra guida

| |

Affittare una stanza a Londra in un appartamento condiviso è relativamente semplice.
A Londra o in altre cittá dell’Inghilterra e del Regno Unito la procedura per prendere in affitto una stanza é la stessa, anche se i prezzi cambiano e nella capitale sono sicuramente più alti.

Come affittare una stanza a Londra?

La cosa migliore da fare per affittare una stanza a Londra è prenotare qualche giorno di permanenza in un ostello o tramite Airbnb. Ci si garantirà così la sicurezza di poter visitare più appartamenti e selezionare la stanza che più si adatta alle proprie esigenze in tutta tranquillità e senza fretta alcuna.

Per procedere alla ricerca, esistono diverse agenzie immobiliari, ma le loro tariffe sono abbastanza consistenti, come del resto anche in Italia. Un’ottima alternativa sono i motori di ricerca di annunci immobiliari, sui quali vengono postate quotidianamente le foto e le descrizioni delle stanze da affittare. Quello che va per la maggiore è Gumtree; altre possibilità sono Spareroom, Rightmove, London StudentPad, Accomodation For Students… Gli strumenti di ricerca per affittare una stanza in Inghilterra sono davvero moltissimi.

Affittare una stanza in Inghilterra

Gli appartamenti e le stanze in Inghilterra

A Londra e in tutta Inghilterra esistono tre diverse tipologie di appartamenti:
arredati, dotati dell’arredamento necessario
parzialmente arredati, solitamente dotati degli elettrodomestici strettamente necessari
non arredati

Anche le possibilità di stanze da affittare sono tre:
doppia
singola
bedsit, stanza in appartamento condiviso con il proprietario dell’immobile

Gli affitti

In Inghilterra i prezzi degli affitti sono indicati per settimana, anche se di fatto l’affitto va versato mensilmente. Occorre fare attenzione al momento del calcolo del canone mensile: non è sufficiente moltiplicare per 4 il costo di una singola settimana; bisogna invece moltiplicare la tariffa per il numero di settimane dell’anno, dunque 52, e successivamente dividere per 12.

Solitamente i contratti sono a breve termine. Gli aumenti del canone d’affitto devono essere comunicati con un anticipo, solitamente di due mesi. Gli sfratti invece non sono possibili, se non con il permesso certificato di un tribunale.

Le bollette

Come in Italia, le utenze sono a carico degli inquilini. Sono da considerare nelle spese quando si desidera affittare una stanza in Inghilterra
assicurazione
– utenze standard, quali gas, luce e acqua,che ammontano a circa 200/300 sterline per un monolocale
Internet
– canone sulla televisione
mobili, qualora si decida di affittare una stanza non ammobiliata
tassa sulla casa
Diversamente da quanto accade in Italia, non esistono invece le spese di condominio.

Requisiti

Per affittare una stanza in Inghilterra, molte agenzie o privati richiedono delle garanzie lato economico e di affidabilità personale. Per questa ragione non è raro che venga richiesto di produrre diversi documenti alla stipula del contratto, fra cui passaporto e contratto di lavoro.

Spesso sono inoltre richieste delle referenze e il precedente indirizzo in Inghilterra corredato di prova che certifichi l’effettiva avvenuta residenza. In caso di prima casa, è possibile fornire l’indirizzo dell’ostello o dell’Airbnb in cui si sono passati i primi giorni di soggiorno nel Paese.

Accorgimenti

Quando si decide di affittare una stanza in Inghilterra, durante la ricerca è opportuno prendere alcuni accorgimenti per non incappare in truffe e scegliere la sistemazione migliore.

– Valutare con attenzione l’edificio, considerando anche l’anno di costruzione: quanto più vecchia è una struttura quanto più saranno alti i costi per riscaldare gli ambienti.
Verificare l’indirizzo con l’aiuto di Google Maps e visitare la zona.
– Diffidare degli annunci non accompagnati da fotografie.
– Non perdere troppo tempo con la lettura degli annunci meno recenti: la domanda in Inghilterra è molto alta e difficilmente le stanze proposte anche solo un paio di giorni prima della consultazione del sito di annunci saranno disponibili.
– Optare sempre per un contratto scritto quanto più completo possibile. Non è necessario pagare anticipi prima della firma del contratto e la caparra consegnata al proprietario di casa deve essere registrata presso Deposit Protection Service, My Deposits o Tenancy Deposit Scheme. Non potrà essere spesa e l’inquilino deve essere a conoscenza del sito di registrazione della stessa.

Affittare una stanza in Inghilterra non è così complicato. Occorre solo adottare le giuste precauzioni, prendersi il tempo per trovare il posto giusto, e soprattutto sapere come cercare.

Previous

Abbey Road, il quartiere tempio del pop mondiale

Com’è il tempo a Londra? Quali vestiti portare per una vacanza?

Next

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookies. Hai il diritto di scegliere se abilitare i cookies statistici e di profilazione . Abilitando questi cookies cliccando sul pulsante o proseguendo nella navigazione, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .