Curriculum Vitae in inglese: la guida definitiva per farlo con successo

|

Al giorno d’oggi è importante, se non addirittura fondamentale, riuscire a scrivere il proprio curriculum vitae in Inglese e non solo in Italiano, per diffonderlo su tutte le piattaforme e aprire le porte di una possibile carriera all’estero.

Un curriculum in inglese e uno in italiano non si differenziano soltanto per la lingua utilizzata e la grammatica, ma sono anche strutturalmente molto differenti l’uno dall’altro. Ciò che cambia è principalmente l’impostazione del CV inglese.

 Così, se la tua intenzione è quella di redigere un Curriculum Vitae in inglese, perché stai cercando una posizione di rilievo in una multinazionale o perché il lavoro per il quale ti stai candidando si trova all’estero, ci sono delle cose che devi conoscere prima di iniziare a battere sulla tastiera.

 Vediamo quindi quali sono i punti in comune e quelli che si distinguono, mettendo a confronto le due impostazioni, italiana e straniera. 

I dati personali nel Curriculum Vitae in inglese

In Italia, nei nostri CV siamo soliti inserire una marea di dati personali (anche troppo personali), che spesso alle aziende non interessano affatto. Lo facciamo per tradizione: ormai il nostro modello prevede questo e, inoltre, non ci facciamo più caso.

 Anzi, per noi più fogli compiliamo e più ci pare di sembrare professionali e interessanti. Non è affatto così. E seppure questo possa essere giusto e accettato nel nostro paese, di certo non lo è per le altre nazioni.

In Regno Unito, ad esempio, funziona esattamente all’opposto: poco ma buono, come dice il detto. I dati personali che i datori di lavoro vogliono leggere scritti, quantomeno in un CV in inglese, sono soltanto i seguenti:

  • Nome e cognome;
  • Contatto telefonico principale;
  • Indirizzo di posta elettronica;
  • Stato o regione di residenza;
  • L’URL (unicamente) del profilo LinkedIn, che si presuppone sia usato soltanto per il lavoro e che sia costantemente aggiornato.

Per il resto, ai responsabili delle aziende che offrono l’impiego per il quale ci candidiamo non interessa affatto se siamo maschi o femmina (si può facilmente intuire dal nome, anche se non sempre), il giorno esatto in cui siamo nati e quindi quanti anni abbiamo, il luogo nel quale domiciliamo e men che meno il nostro stato civile. 

Evita anche di inserie una foto. Nel Curriculum Vitae Inglese non si usa.

Ora però andiamo a vedere quali sono gli aspetti  e le altre cose da inserire in un curriculum in inglese al di la dei dati personali: tieni presente che se andrai a cercare lavoro nel Regno Unito avrai a che fare con un mercato del lavoro che offre tante possibilità ma allo stesso tempo è molto complesso e competitivo.

Potrebbe interessarti anche:


curriculum vitae in inglese

Curriculum vitae in inglese: cosa inserire?

Innanzitutto tieni presente che in Inghilterra quando le persone scrivono il loro curriculum hanno in mente una frase fissa: less is more.

Questo cosa significa? Vuol dire che per fare una buona impressione sulla persona incaricata di leggere il tuo curriculum in inglese non servirà scrivere tantissime pagine.

La cosa più saggia invece che dovrai fare è quella di puntare alla qualità e alla specificità delle tue esperienze lavorative e formative: inutile inserire per esempio un corso che hai fatto tanti anni prima e che non è collegato al tipo di lavoro e settore per il quale ti stai candidando.

Quindi oltre ai tuoi dati personali dovrai scrivere le qualifiche più recenti che dovranno comparire per prime, e dovrai specificare chiaramente la data di  inizio e  fine del percorso formativo e anche il nome dell’ente che ti ha rilasciato la qualifica.

Poi scriverai le tue esperienze lavorative, se ce l hai, e anche in questo caso dovrai mettere quelle più recenti. Ricordati un particolare importante:per ogni lavoro che hai fatto in passato dovrai scrivere una breve e incisiva descrizione in un inglese fluente e corretto.

curriculum vitae in inglese

La descrizione dovrà essere incisiva nel senso che dovrai essere bravo a sottolineare le skills che hai messo in gioco in quell’esperienza lavorativa. Inoltre, sia che tu abbia maturato o meno esperienze lavorative, sarà anche molto utile riportare gli eventuali stage, tirocini o anche i periodi di volontariato.

Infine non dimenticare quelli che sono i tuoi interessi perché saranno utili a far capire qualcosa in più sulla tua personalità e anche le altre abilità e competenze come per esempio la patente, le lingue straniere e i certificati informatici come per esempio la patente europea.

Un modello di Curriculum Vitae in Inglese da scaricare

Il sito reed.co.uk, un’istituzione in materia di lavoro nel Regno Unito, mette a disposizione una piccola guida su come realizzare al meglio il tuo CV in inglese e un modello da scaricare per aiutarti nella compilazione.
Trovi tutto a questo link.

Previous

Come studiare in Inghilterra. Il sistema dell’Università.

Scopri Londra con le guide Lonely Planet

Next

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookies. Hai il diritto di scegliere se abilitare i cookies statistici e di profilazione . Abilitando questi cookies cliccando sul pulsante o proseguendo nella navigazione, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .