Allerta frigorifero: ecco i quattro cibi da non mettervi mai all’interno

“Nel dubbio, lo metto in frigorifero”. Quante volte avete sentito dire o avete detto voi stessi questa frase? Beh, si tratta infatti della regola che moltissimi seguono quando non sanno con esattezza se un alimento vada conservato nel refrigeratore oppure deve essere tenuto a temperatura ambiente. Far andare a male un alimento che andava conservato al freddo vuol dire necessariamente doverlo buttare via, mentre l’eventuale errore opposto, quindi quello di metterlo in frigo, ci sembra come qualcosa che in fondo sia privo di conseguenze.

Se la pensate così allora fate molta attenzione perché la realtà è ben altra e le cose non stanno affatto così: mettendo alcuni alimenti in frigo ecco che si rischia di rovinare moltissimi cibi. Ma adesso andiamo a vedere quali sono gli errori più diffusi e più pericolosi in termini di conservazione. Ebbene si, esistono alcuni alimenti che a causa delle basse temperature rischiano di perdere tutte le loro proprietà nutritive, il sapore o addirittura anche di diventare nocivi.

Il primo alimento da non mettere mai nel frigorifero è il basilico perché con il freddo e con l’umido appassisce molto rapidamente e non solo perdendo l’aroma inconfondibile ma anche assorbendo tutti gli odori degli alimenti circostanti. Il modo giusto per conservarlo è in una tazza riempita di acqua fredda. Il secondo alimento in questo senso è il pane perché si asciuga e si secca piuttosto velocemente e se non potete consumarlo subito, allora sarebbe meglio surgelarlo all’interno del freezer.

Allerta alimenti in frigorifero: non mettere mai questi

Neanche le patate devono essere posizionate in frigo perché la bassa temperatura contribuisce a formare gli amidi in zuccheri diventando così decisamente più dolci e rischiando di marcire. Esse devono essere conservate in un luogo asciutto e ben lontano da fonti di luce, possibilmente all’interno di una cassetta di legno e magari racchiuse in un sacchetto di carta.

La stessa cosa vale anche per le cipolle e per quel che riguarda l’aglio sappiamo che il freddo fa accelerare la sua germogliazione rendendolo gommoso a tal punto da farlo ammuffire. Il metodo ideale per conservarlo, allora, consiste nel riporlo in un sacchetto di carta oppure in un contenitore completamente al riparo dalla luce e dall’umidità.

E ancora, conservare il caffè in frigo vuol dire perdere il suo aroma ed intaccarlo con gli odori dei cibi circostanti per cui sarebbe meglio optare per utilizzare un contenitore ermetico da mettere in dispensa. Ma fate anche molta attenzione ai pomodori perché, se vengono messi in frigo, si privano del gusto e contribuisce a cambiare la consistenza rendendoli farinosi.

 

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy