Bere latte freddo ogni mattina: attenzione alle conseguenze

La colazione è sicuramente un pasto davvero molto importante ed anzi, è proprio il più fondamentale di tutta la giornata in quanto provvede a dare le giuste energie che sono pronte all’uso dopo le ore notturne passate in digiuno. Saltare la colazione o magari farla in maniera inappropriata vuol dire affrontare la giornata in riserva e in carenza energetica.

Il pasto dovrebbe comunque assicurare circa il 15-20% di tutto l’apporto calorico giornaliero, fornendo l’energia necessaria al corpo e al cervello, e producendo inoltre un effetto decisamente positivo sulla concentrazione e sulla memoria. Uno degli alimenti con cui solitamente i bambini, ma anche i grandi, preferiscono iniziare la giornata è sicuramente il latte.

Ma bere latte al mattino fa bene? Diciamo che una valida colazione deve prevedere non soltanto i carboidrati ma anche le proteine e i grassi. Il latte, infatti, risulta essere il primo alimento con cui comincia la nutrizione in quanto è completo, ricco di molti nutrienti ed è anche una fonte essenziale di calcio, di vitamine D, di proteine, zuccheri e grassi.

Che cosa accade bevendo del latte al mattino?

Berlo a colazione, quindi, ha il grandissimo vantaggio di fornire oltre al calcio anche delle importanti proteine e lipidi che contribuiscono ad un effetto saziante. La quantità di latte da assumere cambia comunque in base all’età e infatti i bambini possono anche berne di più rispetto agli adulti. Questi ultimi dovrebbero anzi scegliere di bere tra una tazza di latte di 200 ml a colazione oppure un bicchiere di latte di 120 ml prima di addormentarsi dato che facilita il sonno.

Le calorie che vengono assunte con 100 ml di latte sono all’incirca 64. Se però si considera che spesso il latte a colazione è accompagnato da biscotti, da torte e da fette biscottate, ne consegue il fatto che il consumo eccessivo comporterebbe un’assunzione spropositata di calorie. Oltre a questo vediamo che il calcio è un elemento necessario all’organismo durante tutte le varie fasi della vita, dato che si tratta di un minerale che deve essere assunto ogni giorno.

Questo perché esso è indispensabile alla crescita, utilissimo alla salute delle nostre ossa ed ottimo il benessere dei denti, poiché ne assicura la densità e l’elasticità. Il calcio inoltre combatte anche la tendenza alle carie, all’osteoporosi e alla decalcificazione. Parlando , invece, di digeribilità del latte diciamo che essa non dipende dalla temperatura alla quale viene consumato, ma può comunque dare problemi soggettivi in chi lo consuma.

Chi ha dei problemi con le proteine o con il lattosio o ancora con i grassi del latte, che sono le componenti che possono dare vari disturbi, non può tollerare il latte né caldo né freddo. Per tutti gli altri invece va bene il latte, sia freddo che caldo che sia, anche se sarebbe bene non berlo ghiacciato, soprattutto quando si è accaldati.

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy