Indovinello: vince al Superenalotto senza conoscere i numeri estratti. Come ha fatto?

Gli indovinelli più interessanti e spesso più “rapidi” nella loro comprensione sono quelli brevi, composti solitamente da poche parole o una sola frase, interpretabili come più immediati rispetto alla maggior parte di quelli più complessi. Ma sono anche quelli più articolati in grado di far ragionare più a lungo una determinata mente in grado di comprenderne tutti i dettagli e la seguente storia inventata può senz’altro configurarsi come un indovinello sotto forma di storia.

L’intento è ovviamente arrivare a far comprendere la risposta giusta senza però offrire indizi troppo diretti ed essendo presente una tipica dinamica dei nostri tempi come il Superenalotto, gioco molto popolare in Italia da oltre vent’anni.

E’ importante comprendere a fondo i dettagli del seguente indovinello.

Indovinello: vince al Superenalotto senza conoscere i numeri estratti. Come ha fatto?

Indovinello: vince al Superenalotto senza conoscere i numeri estratti. Come ha fatto?

Luigi è un uomo all’antica, che non fa grande uso di smartphone e tecnologia per mantenersi aggiornato, ha prevalentemente acquisito l’uso della radio in auto e della TV a casa. Ha però una vera e propria abitudine radicata, ogni settimana gioca una piccola somma su 6 numeri del Superenalotto sempre presso la stessa ricevitoria, alla “vecchia maniera”. E gioca sempre la stessa sequela di numeri, come una forma di abitudine personale.

Un giorno, dopo aver giocato si incammina verso la propria auto e inizia a guidare per ritornare a casa dopo il lavoro, prende una scorciatoia dove la connessione internet non funziona bene, è una zona rurale dove è presente solo qualche animale da allevamento sui lati della strada, a quel punto Luigi accende la radio dove viene trasmessa la sequenza vincente del Superenalotto.

Non appena viene proferito il primo numero, Luigi ferma immediatamente l’auto in preda alla felicità ed urla “Sono Ricco! Ho fatto il 6!”. Intorno a lui non erano presenti come detto indizi che lo hanno portato ad anticipare la sequenza vincente. Come ha capito di aver vinto?

La soluzione va ricercata nella tipica forma strutturale del Superenalotto, che è ovviamente legata alla possibilità di giocare numeri dall’1 al 90. Luigi aveva preso l’abitudine di giocare sempre la stessa sequenza, che è evidentemente 85, 86, 87, 88, 89 e 90. La radio ha evidenziato come primo numero estratto l’85, ed essendo questi sempre pronunciati secondo lo schema crescente, il resto dei numeri non potevano che essere 86, 87, 88, 89 e 90.

Ecco come Luigi ha capito di aver vinto al Superenalotto.

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy