BREXIT RINVIATA – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

brexit

Articolo aggiornato il

Post in constante aggiornamento.

Brexit rinviata al 31 ottobre 2019

Il Regno Unito e l’UE hanno concordato una “estensione flessibile” della Brexit fino al 31 ottobre, ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Parlando dopo cinque ore di colloqui in occasione di un vertice UE a Bruxelles, Tusk ha affermato che il suo “messaggio agli amici britannici” era “per favore non sprecare questa volta”.

Theresa May ha detto che il Regno Unito avrebbe comunque intenzione di lasciare l’UE il prima possibile.

Rebus elezioni europee

L’landese Leo Varadkar ha affermato che il Regno Unito deve ora tenere elezioni europee a maggio o partire il 1 ° giugno senza un accordo

Il primo ministro, Theresa May, aveva in precedenza riferito ai leader di voler spostare la data di uscita del Regno Unito da questo venerdì al 30 giugno, con la possibilità di uscire però anticipatamente se il suo accordo sul ritiro fosse stato ratificato dal Parlamento.

Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato: “Ci saranno probabilmente elezioni europee nel Regno Unito – potrebbe sembrare un po ‘strano, ma le regole sono regole e dobbiamo rispettare la legge europea e poi vedremo cosa accadrà”.

Il messaggio alla stampa

Donald Tusk è emerso dai colloqui e da un successivo incontro con Theresa May per rivolgersi ai giornalisti in una conferenza stampa alle 02:15 ora locale (01:15 BST).

Ha detto: “La linea d’azione sarà interamente nelle mani del Regno Unito: possono ancora ratificare l’accordo di ritiro, nel qual caso l’estensione può terminare”.

Tusk ha affermato che il Regno Unito potrebbe anche riconsiderare la propria strategia o scegliere di “cancellare completamente la Brexit”.

Ha aggiunto: “Vorrei concludere con un messaggio ai nostri amici britannici: questa estensione è flessibile come mi aspettavo e un po ‘più breve di quanto mi aspettassi, ma è ancora sufficiente per trovare la soluzione migliore possibile.

“Per favore non sprecate l’opportunità questa volta.”

La Theresa May ha poi parlato ai giornalisti alle 02:45 ora locale (01:45 BST). Ha detto che sebbene il rinvio si estenda fino al 31 ottobre, il Regno Unito potrà uscire prima di allora se i parlamentari approvassero il suo accordo di ritiro.

“So che c’è molta frustrazione da parte di molte persone per fatto che abbia dovuto richiedere questa estensione”, ha detto.

“Il Regno Unito avrebbe dovuto lasciare l’UE ormai e mi rammarico sinceramente per il fatto che non sia ancora riuscita a convincere il Parlamento ad approvare un accordo”.

Ha aggiunto: “Non pretendo che le prossime settimane siano facili, non c’è un modo semplice per sbloccare l’impasse in Parlamento, ma abbiamo il dovere come politici di trovare un modo per adempiere alla decisione democratica del referendum, completare Brexit e portare il nostro paese in avanti.

“Niente è più pressante o più vitale”.

La premier ha detto Anche che il Regno Unito “continuerà a detenere i diritti e gli obblighi [membri dell’UE] a pieno titolo” durante il rinvio

I prossimi passi per la Brexit

  • Giovedì 11 il primo ministro farà una dichiarazione alla Camera dei Comuni
  • Anche i colloqui tra governo e laburisti dovrebbero continuare
  • Sempre giovedì, il Parlamento si scioglierà per la pausa pasquale fino al 23 aprile, anche se si prevede che si tengano ulteriori colloqui interpartitici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *