TransferWise: effettuare il bonifico internazionale gratuito

| | ,

Articolo aggiornato il

Scopriamo insieme TransferWise, la soluzione che ti permette di effettuare bonifici internazionali risparmiando denaro!

Chi vive all’estero sa quante difficoltà possono esserci dietro a un semplice trasferimento di denaro, come un comune bonifico. Abituati a spostare soldi all’interno del territorio del nostro Paese, infatti, non conosciamo direttamente tutte le difficoltà e i costi aggiuntivi che possono esserci in situazioni di questo genere, rischiando di avere non pochi problemi nel caso in cui noi o un nostro caro abbia velocemente bisogno di una certa liquidità. Per questo vengono in nostri aiuto servizi come il protagonista di questo articolo, TransferWise.

Ma prima di parlare di questo servizio è utile comprendere come funziona normalmente un bonifico internazionale.

Bonifico internazionale

Un bonifico internazionale può essere veramente un gesto quotidiano per molte classi di lavoratori, soprattutto in un mondo globalizzato e strettamente collegato telematicamente come il nostro. Per cui sfatiamo il mito che si tratti di un qualcosa di eccezionale: ognuno di può davvero ritrovarsi ad affrontare trasferimenti di denaro, in entrato o in uscita, attraverso questo sistema.

La prima distinzione da fare è tra i Paesi SEPA e extra-SEPA. Sepa è l’acronimo di Single Euro Payments Area, un’area comune dove solitamente le tariffe sono simili a quelle dei bonifici ordinari. All’interno dell’area SEPA troviamo non solo Paesi che utilizzano l’euro, ma anche altri paesi, sia appartenenti all’Unione Europea che esterna a tale istituzione (alcuni esempi sono la Polonia, la Norvegia, la Svizzera e il Regno Unito). Cosa accade invece con i Paesi extra-Sepa?

Per un bonifico internazionale di mille euro le commissioni bancarie, a seconda del proprio istituto di credito, possono arrivare anche a cinquanta euro. Non solo: a ciò va aggiunto un eventuale tasso di cambio e anche la possibilità di altre commissioni da banche intermediarie.

Ciò porta alla necessità di fare molta attenzione in base alle varie necessità: si rischia infatti, nel caso in cui si debba ricevere un pagamento, di ricevere una cifra decisamente inferiore a quanto ci si aspetta, una sorpresa decisamente sgradita. Stessa problematica può presentarsi nel caso, come detto a inizio articolo, in cui un nostro caro abbia necessità di una ben specifica liquidità. In generale, dunque, il bonifico internazionale può portare a dei costi non indifferenti, ovviamente rapportati alla somma in essere.

Proprio da questa esigenza nasce TransferWise.

TransferWise – Cos’è e come funziona

Cos’è TransferWise? Si tratta di una azienda multinazionale britannica, fondata nel 2011 da Taavet Hinrikus, già famoso per essere stato il primo impiegato di Skype, e Kristo Kaarmann, entrato nel mondo dell’economia come consulente finanziario. Come potete immaginare l’azienda si occupa prevalentemente di servizi legati al trasferimento di denaro, ed è nata unendo le competenze dei due soci: da un lato una forte visione per le potenzialità del mondo telematico, dall’altro la capacità di operare nel mondo economico e finanziario.

Un mix decisamente esplosivo, considerando il successo ottenuto dall’azienda. TransferWise infatti fornisce i suoi servizi in più di seicento rotte monetarie, con una copertura che spazia in Europa, America, Asia e Oceania, insieme ad alcuni Paesi del continente africano, quali Sudafrica, Ghana, Kenya, Nigeria, Egitto e Marocco.

Cerchiamo adesso di capire come funziona TransferWise, rendendolo accessibile anche a chi non ha particolari competenze nel mondo finanziario e economico.

TransferWise utilizza un sistema di tipo peer-to-peer. Cosa significa? Invece di operare un trasferimento diretto, ad esempio, da un conto italiano a un conto statunitense, l’utente verserà i soldi su un conto dell’azienda legato alla sua zona economica. A quel punto TransferWise, tramite accordi già precedentemente stipulati con banche estere, convertirà il denaro e lo invierà direttamente sul conto di quello che è il nostro destinatario.

Ciò significa che, di fatto, il trasferimento internazionale non avviene, poiché si tratta di movimenti effettuati in loco proprio in virtù degli accordi precedentemente presi. I costi vengono così contenuti di molto rispetto al comune sistema di bonifico internazionale.

Ovviamente non è a costo zero, e esiste una forma di commissione, ma resta comunque di molto più bassa rispetto ai costi di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente.

In più non è affatto da sottovalutare una delle feature più interessanti dei conti TransferWise: è infatti possibile tenere sul proprio conto denaro in più valute differenti, consentendo di convertirlo nel momento più adatto alle nostre necessità. Non solo: detenendo in maniera costante più valute è possibile evitare anche le variazioni dei tassi di cambio, avendo un valore fisso di quella determinata valuta.

Avere sterline, dollari e euro a portata può essere una feature decisamente vincente per chi si ritrova a lavorare connesso con buona parte del globo!

Infine ricordate che il vostro conto TransferWise non sarà solamente virtuale: esiste infatti la possibilità di ottenere una carta dedicata, appartenente al circuito Mastercard, consentendoci così di ritirare i soldi in maniera contante in qualsiasi momento.

Previous

Covid-19: Proroga della validità per i documenti italiani scaduti

Guida passo passo per aprire un conto in banca in UK

Next

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookies. Hai il diritto di scegliere se abilitare i cookies statistici e di profilazione . Abilitando questi cookies cliccando sul pulsante o proseguendo nella navigazione, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .