Brexit: guida semplice per capirla meglio.

|

Il Regno Unito non sarà più membro dell’Unione Europea (UE) dopo le 23:00 GMT del 31 gennaio 2020. Per coloro che non seguono ogni aggiornamento ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Cos’è Brexit?

Cosa vuol dire Brexit? E’ l’abbreviazione di “British exit” – ed è la parola usata dalla gente per definire la decisione del Regno Unito di lasciare l’Unione Europea (UE).

Un voto pubblico (noto come referendum) si è tenuto a giugno 2016, quando 17,4 milioni di persone hanno optato per la Brexit con una percentuale del 52%, rispetto al 48% di chi ha votato per rimanere in Europa.

Cos’è l’UE?

L’UE (Unione Europea) è un’unione politica ed economica di 28 paesi che commerciano tra loro e permettono ai cittadini di spostarsi facilmente tra i paesi per vivere e lavorare (clicca qui se vuoi vedere l’elenco completo).

Il Regno Unito ha aderito all’Unione europea, allora nota come la CEE (Comunità economica europea), nel 1973.

Perché Brexit?

Un voto pubblico – chiamato referendum – si è tenuto giovedì 23 giugno 2016 quando agli elettori è stata posta una sola domanda: il Regno Unito dovrebbe lasciare o rimanere nell’Unione Europea?

Il movimento per il “Leave” (l’uscita) ha vinto con quasi il 52% dei voti contro 48% – 17,4 milioni di voti a 16,1 milioni – ma l’uscita non è avvenuta immediatamente.

Doveva avvenire il 29 marzo 2019, ma l’ UE ha accettato di posticipare questa data al 31 gennaio 2020

Cosa succede dopo il giorno della Brexit?

Dopo che il Regno Unito ha ufficialmente lasciato l’UE il 31 gennaio 2020, c’è ancora molto di cui parlare e sono inziati mesi di negoziati.

Mentre il Regno Unito ha concordato i termini della sua uscira dall’UE, entrambe le parti devono ancora decidere come saranno le loro relazioni future.

Ciò verrà risolto durante il periodo di transizione (che alcuni preferiscono chiamare il periodo di attuazione), che inizia immediatamente dopo il giorno della Brexit e termina il 31 dicembre 2020.

Durante questo periodo di 11 mesi, il Regno Unito continuerà a seguire tutte le norme dell’UE e le sue relazioni commerciali rimarranno le stesse.

Abbiamo scritto un articolo specifico su per rispondere alla domanda: Cosa cambia dopo la Brexit?

Cosa deve essere concordato?

Il periodo di transizione dovrebbe dare spazio ad entrambe le parti di ragionare con calma ad un nuovo accordo di libero scambio.

Ciò è necessario perché il Regno Unito lascerà il mercato unico e l’unione doganale alla fine della transizione. Un accordo di libero scambio consente alle merci di circolare nell’UE senza controlli o costi aggiuntivi.

Se uno nuovo non potrà essere concordato in tempo, allora il Regno Unito affronterà la prospettiva di dover negoziare senza alcun accordo. Ciò significherebbe nuovi dazi (tasse) sulle merci del Regno Unito che viaggiano verso l’UE e altri limit commerciali.

Oltre al commercio, dovranno essere decisi anche molti altri aspetti delle future relazioni Regno Unito-UE. Per esempio:

  • Applicazione della legge, condivisione dei dati e sicurezza
  • Norme e sicurezza dell’aviazione
  • Accesso alle acque di pesca
  • Forniture di elettricità e gas
  • Licenze e regolamentazione dei medicinali

Il primo ministro Boris Johnson insiste sul fatto che il periodo di transizione non sarà prolungato, ma la Commissione europea ha avvertito che il calendario sarà estremamente impegnativo.

Quale è l’accordo per la Brexit?

Il periodo di transizione e altri aspetti della partenza del Regno Unito sono stati concordati in un accordo separato chiamato accordo di recesso.

Gran parte di ciò è stato negoziato dal governo di Theresa May. Ma dopo che Johnson l’ha sostituita a luglio 2019, ha rimosso la parte più controversa: il backstop.

Il backstop è stato progettato per garantire che non vi fossero più posti di frontiera o ostacoli tra l’Irlanda del Nord e la Repubblica d’Irlanda dopo la Brexit. Se necessario, avrebbe mantenuto il Regno Unito in strette relazioni commerciali con l’UE.

In base all’accordo di Johnson, verrà effettivamente creato un confine doganale tra l’Irlanda del Nord e la Gran Bretagna. Alcune merci che entrano nell’Irlanda del Nord dalla Gran Bretagna saranno soggette a controlli e dovranno pagare le tasse di importazione dell’UE. Questi saranno rimborsati se le merci rimarranno nell’Irlanda del Nord (cioè non spostate nella Repubblica d’Irlanda).

Mappa che mostra come funzionerebbe il piano doganale della Brexit

I sostenitori del nuovo accordo doganale affermano che consentirà al Regno Unito di negoziare i propri accordi commerciali con altri paesi, cosa che non sarebbe stato possibile in precedenza.

Il resto dell’accordo di recesso è sostanzialmente invariato da quello negoziato da May. Ciò comprende:

  • I diritti dei cittadini dell’UE nel Regno Unito e dei cittadini britannici nell’UE (che rimarranno gli stessi durante la transizione)
  • Quanti soldi il Regno Unito deve pagare all’UE (stimato a circa £ 30 miliardi)

Perché la Brexit ha impiegato così tanto tempo?

La Brexit doveva originariamente accadere il 29 marzo 2019, ma la scadenza è stata posticipata due volte dopo che i parlamentari hanno respinto l’accordo negoziato dalla Theresa May, il primo ministro all’epoca.

Molti parlamentari conservatori e il DUP (l’allora alleato del governo in Parlamento) erano scontenti del sostegno, sostenendo che il Regno Unito sarebbe potuto rimanere intrappolato nell’accordo per anni senza via d’uscita.

Dopo che i parlamentari hanno annullato l’accordo per la terza volta, la Theresa May ha dato le dimissioni.

Il nuovo premier Johnson ha avuto bisogno di una estensione alla Brexit dopo che i parlamentari non erano riusciti a far passare l’accordo rivisto.

Ciò ha portato alla nuova scadenza del 31 gennaio 2020.

Con il Parlamento ancora in stallo, Johnson ha indetto un’elezione generale, alla quale i parlamentari hanno acconsentito.

Le elezioni, avvenute il 12 dicembre 2019, hanno portato a una maggioranza conservatrice di 80 seggi.

Con una considerevole maggioranza in Parlamento, è stato molto semplice per il governo far approvare la legislazione sulla Brexit

Vuoi conoscre le ultime notizie sulla Brexit? Seguici sulla pagina Facebook di Londra Today. Tutte le Brexit News più aggiornate!


Previous

Harry Potter a Londra, cosa vedere? Tutti i luoghi più iconici!

Cosa cambia con la Brexit dopo venerdì 31 gennaio?

Next

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookies. Hai il diritto di scegliere se abilitare i cookies statistici e di profilazione . Abilitando questi cookies cliccando sul pulsante o proseguendo nella navigazione, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .