Messaggi e notifiche: ci siamo davvero stancati di essere sempre connessi?

Per quanto riguarda messaggi e notifiche, molti dichiarano di essersi stancati di riceverne troppi e di sentirsi anche pressati, a volte, dal fatto di essere quasi spinti a dover rispondere in fretta. Cosa sta accadendo? Quali sono le abitudini sorte negli ultimi anni, per quanto riguarda il fatto di restare spesso connessi?

Messaggi e notifiche: ci siamo stancati di riceverne troppi?

Messaggi e notifiche possono stancare, o meglio, ci sono alcune persone che si sono stufate di un ritmo eccessivo, di stare sempre connesse, di sentirsi come “spinte” a dover quasi rispondere subito, per forza. Ovviamente vanno subito chiariti due aspetti importanti. Il primo è il fatto che tutto questo non vale per qualsiasi persona.

Alcuni infatti amano ricevere messaggi, ad esempio. In più non tutti si sentono quasi obbligati a dover rispondere in fretta. Oltre a questo, è bene specificare che non esiste alcun reale obbligo riguardo il fatto di dover fornire subito una risposta all’interlocutore. Non ci sono infatti tempi da rispettare.

Piuttosto è l’altra persona che non dovrebbe spronare a rispondere subito o a insistere riguardo una risposta immediata. Ognuno ha i suoi tempi e i suoi impegni e quindi si deve saper aspettare. Nello stesso tempo, chi non risponde in fretta può darsi pure che si sia stancato di stare sempre connesso o di essere contattato. Cosa significa questo?

La tendenza

Si tende a distaccarsi dai social, dal cellulare, dai dispositivi elettronici, o meglio, molti vorrebbero distaccarsene, ma magari lavorano con lo smartphone o il PC, oppure sono comunque spinti a stare connessi anche per abitudine.

Magari arriva un momento in cui, nonostante prima si cercasse di avere tanti seguaci, tanti messaggi, tante notifiche, poi tutto ciò potrebbe non piacere più. Come già detto, questo non capita a tutti, ma può succedere. La tendenza sempre più diffusa infatti è quella di non prestare più troppa attenzione agli avvisi che arrivano sul telefono, per mail, sul PC. Ormai infatti si è abituati e nemmeno ci si stupisce più, ma non solo. Ci si stufa, più che altro.

Distaccarsene

Specialmente nel momento in cui si sta troppe ore connessi, sarebbe bene evitare, allontanarsi e fare altro, puntare su qualcosa che sia senza dubbio più produttivo e che nello stesso tempo possa anche essere più creativo o più rilassante.

È bene quindi non passare un tempo eccessivo sui social o comunque al cellulare, perché sarebbe meglio distaccarsene e cercare di puntare più che altro su qualche attività che possa piacere e che non sia collegata alla connessione. Questo potrebbe anche far scoprire nuovi interessi, manuali o comunque più creativi, per esempio.

Rispondere quando si vuole e quando si può

Come si diceva, non ci sono obblighi di alcun tipo che devono far sentire qualcuno spinto a rispondere in fretta a qualcuno, soprattutto se non si tratta di una questione urgente o comunque se non si ricade nella maleducazione. Certamente dipende anche dal contesto, dipende anche dalla persona a cui non si risponde, dipende da quanto tempo si fa passare da quando il messaggio è stato letto a quando si fornisce la risposta. In ogni caso, non si è obbligati a dover rispondere. Questo è molto importante perché, dato che si è spesso connessi, nonostante questo si deve pensare al fatto che si devono mettere dei limiti alla propria privacy e alla propria libertà, ai propri interessi e tempi.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy