Quanto costa comprare casa a Londra? Una panoramica dei prezzi

Trasferirsi all’estero è uno dei sogni più diffusi tra gli italiani, i quali desiderano incrementare le rispettive chance di vivere con un’elevata qualità. Non si tratta soltanto di un desiderio alimentato dalla voglia di guadagnare il più possibile, ma anche di un fattore meramente legato alle abitudini e al relativo comfort. Ad esempio, si potrebbero acquistare con più facilità e rapidità, nonché efficienza, i beni di prima necessità, ma soprattutto si avrebbe a disposizione una vasta scelta di opzioni per socializzare. Lo stesso dicasi per la presenza di monumenti e punti d’attrazione, dove ci si può immergere per passare delle giornate coinvolgenti. Londra rispetta tutto ciò che è stato descritto, ed è una delle metropoli più ambite dagli italiani per un trasferimento definitivo. 

Anche se fare un confronto con Roma e con l’altra metropoli italiana per antonomasia, ovvero Milano, potrebbe venire spontaneo a chi sta pensando di acquistare un immobile a Londra – al riguardo segnaliamo che il sito gromia.com indica il prezzo al metro quadro a Milano centro – in realtà la capitale britannica è una di quelle città che, non solo per quanto riguarda i prezzi delle case ma anche per altri aspetti, fanno un po’ storia a sé. Per potersi trasferire nella capitale dell’Inghilterra, è necessario disporre di un certo budget per poter affittare o comprare un appartamento. Ma, in virtù di affitti davvero elevati, il consiglio è di optare per l’acquisto diretto, in modo tale da diventare proprietari di un immobile. A tal proposito: quanto costa comprare casa a Londra? Segue un approfondimento utile a riguardo.

Panoramica dei prezzi: dove conviene comprare casa a Londra?

Siccome Londra è una delle metropoli europee più grandi in assoluto, è bene segnalare la sua divisione in 9 aree differenti. Ciascuna zona, inoltre, è suddivisa in molteplici quartieri, raggiungendo una ripartizione complessiva in 33 boroughs. Questi ultimi sono realtà amministrative differenti, ognuna con il proprio sindaco e consiglio. I prezzi per comprare casa nella capitale dell’Inghilterra sono molto elevati, ma in realtà dipende tutto dalla tipologia di struttura alla quale si è interessati e alla zona. Nelle principali aree londinesi, ad esempio, il prezzo medio per metro quadro è di circa 12.000 sterline.

Per offrire una panoramica completa sui costi di una casa a Londra, si specifica anche che dalla zona 3 i prezzi scendono, e si hanno più opportunità di trovare un appartamento sotto le 200.000 sterline. Oltre ai soldi da sborsare per l’acquisto diretto, bisogna considerare anche quelli da versare periodicamente per le tasse, per l’attività del solicitor e del chartered surveyor. Alcune aree sono state riqualificate, e perciò si suggerisce di provare a trovare casa a Tooting, Brixton, Clapham, oppure ancora Peckham, Hampstead o Dalton. Infine, dato che spostarsi con i mezzi di trasporto può essere costoso, è bene valutare l’impiego di una Oyster Card o di una Travel Card, così da risparmiare mensilmente.

La formula d’acquisto

Il settore immobiliare britannico è decisamente differente rispetto a quello italiano, e chi intende trasferirsi può acquistare casa facendo richiesta di mutuo. Occhio però alle restrizioni, poiché chi risiede in Inghilterra da meno di due anni, oppure coloro che ancora non hanno trovato un impiego, difficilmente riusciranno in questa impresa. Le formule d’acquisto, infatti, sono differenti; si può optare per il leasehold per comprare un immobile – ma non il terreno – per un periodo di tempo definito (5 o 10 anni, per esempio). In tal caso, si potrebbe dover pagare un piccolo affitto mensile. Al contrario, per diventare definitivamente proprietari di una casa a Londra, bisogna far fronte alla formula d’acquisto del freehold. Infine, con la formula dello share of freehold, si può comprare una parte o una quota di un immobile.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Cambia impostazioni privacy